Si avvisa che tutti gli ordini effettuati dal 22 al 27 Marzo, saranno evasi il 28 Marzo. Ignora

Quali sono i modi migliori per sbarazzarsi dell’odore di cannabis a casa?

odore cannabis in casa

La cannabis, come ben sappiamo, è un fiore. Una delle funzioni primarie dei fiori è quella di creare terpeni, sostanze odorose progettate dalla natura per attirare gli impollinatori e proteggere i predatori. Questi composti pungenti possono essere una delle parti migliori e peggiori del godimento della cannabis: l’odore infatti è forte e persistente.

Tutto questo può trasformarsi in problema: anche nei casi in cui la cannabis è usata per scopi medici, la percezione comune è ancora negativa circa l’uso di questa sostanza. Per non parlare della legge. Ma possiamo preservare la nostra privacy con alcuni piccoli trucchi per eliminare l’odore della cannabis da casa.

 

Il classico incenso.

Una delle soluzione più utilizzate è quella dell’incenso, magari con profumazioni neutre, che viene spesso utilizzato anche da chi pratica yoga o tecniche rilassanti e di meditazione. Se non riesce a eliminare l’odore della cannabis, è in grado di mascherarlo perfettamente.

 

L’approccio hippie: olio di patchouli.

Questo olio aromatico è tipico della cultura hippie. Fatto con i piccoli fiori rosa e bianchi della pianta del patchouli, questo olio è noto per il suo profumo piacevole e duraturo e per le presunte qualità antidepressive e afrodisiache.

 

L’approccio moderno: il deodorante.

Il deodorante per ambienti può rivelarsi un’ottima e pratica soluzione. In commercio ne troviamo alcuni che non soltanto profumano la nostra casa, ma riescono ad eliminare gli odori preesistenti.

 

A mali estremi, estremi rimedi: fumare sotto la doccia.

Un altro metodo, poco ortodosso, è quello di fumare la cannabis mentre la doccia è in funzione, possibilmente con acqua molto calda: creare vapore è l’obiettivo principale, perché l’odore di fumo si dissiperà insieme al vapore che viene risucchiato nella ventola o dalla finestra del bagno. Il bagnoschiuma profumato farà il resto.

 

Il trucco dei giovani: popcorn bruciati.

Un metodo messo in atto in modo quasi scientifico dai giovani americani: niente di meglio di un sacchetto di popcorn da microonde bruciato accidentalmente per mascherare l’odore della cannabis. Attenzione all’allarme antincendio però!

 

La soluzione finale: il filtro antifumo.

Non ne possiamo più dei soliti trucchetti da quindicenni e vogliamo trovare la soluzione finale al problema dell’odore di cannabis in casa? Detto fatto, acquistiamo un filtro antifumo. Grazie all’effetto del carbone attivo presente dentro il filtro, gli odori non saranno più un problema. In commercio esistono anche filtri antifumo portatili.