Trattare l’emicrania con il CBD

mal di testa uso marijuana

L’emicrania può essere difficile da trattare. Se il dolore, la nausea e la sensibilità alla luce o al rumore non migliorano con i farmaci da banco o anche con prescrizione medica, come possiamo fare? c’è un’altra opzione?

La marijuana potrebbe essere un rimedio da banco per alleviare l’emicrania. Alcune ricerche dimostrano che può aiutare ad alleviare i sintomi dell’emicrania o eventualmente impedirgli di iniziare. Ma la maggior parte degli studi non ha trovato prove concrete di ciò.

In alcuni stati, non è legale acquistare, coltivare, possedere o usare marijuana, anche per motivi medici. Assicurati di conoscere le leggi del tuo stato prima di provarlo.

Come può alleviare il dolore?

La marijuana ha anche un altro nome: cannabis, una pianta folta che viene utilizzata per produrre carta, corda e altri prodotti.

All’interno del tuo cervello e in altre parti del tuo corpo, hai una rete di recettori dei cannabinoidi. Questi sono piccoli anelli di proteine che influenzano il modo in cui senti il dolore.

La marijuana ha composti naturali chiamati cannabinoidi. Quando la usi, questi cannabinoidi entrano nel tuo corpo e cercano i recettori predisposti. Questi sono in grado di cambiaere il modo in cui funzionano i recettori e possono calmare i segnali di dolore.

I cannabinoidi possono anche aiutare anche problemi di nausea, ansia, spasmi muscolari o altri problemi di salute.

Il THC è il cannabinoide presente nella marijuana che attira maggiormente l’attenzione in quanto illegale nella maggior parte degli stati Europei. È lui il responsabile di quell’effetto detto HIGH o rilassato. Ma un altro elemento importante è contenuto nella marijuana, ed è il CBD (cannabidiolo), legale in tutta Europa. Il CBD è contenuto in alte percentuali nella cannabis light legale e può aiutare ad alleviare il dolore dell’emicrania.

(Dai un’occhiata ai prodotti cannabis light legale).

Funziona per l’emicrania?

In uno studio presso l’Università del Colorado, 121 persone che hanno avuto regolarmente mal di testa hanno usato marijuana ogni giorno per prevenire gli attacchi. Circa il 40% di loro ha dichiarato che il numero di emicrania che hanno avuto ogni mese è stato dimezzato.

Le persone usavano diversi tipi di marijuana, ma per lo più l’hanno inalata per alleviare l’emicrania in corso e hanno scoperto che aiutava a fermare il dolore. Anche i prodotti commestibili sembrano funzionare.

Le persone che hanno inalato o fumato marijuana hanno anche affermato che era più facile controllare la quantità di farmaco che assumevano e avevano meno reazioni negative.

Quali sono i rischi?

Se fumi o mangi marijuana, può farti girare la testa, debole, confuso, assonnato o lunatico. E fumarlo su base regolare potrebbe danneggiare la salute del cuore e dei polmoni nel tempo. L’uso a breve termine non sembra essere dannoso per la salute generale.

Questioni legali:

La marijuana è legale per uso medico molte aree dell’Europa, (Clicca qui per saperne di più) ma ogni stato ha leggi diverse su come acquistarlo o quanto puoi averne. In diversi stati, è ancora illegale averlo anche se hai un problema medico.

Se hai un lavoro, è una buona idea conoscere le regole del tuo datore di lavoro in materia di test e uso di droghe, anche se è legale per uso medico nel tuo stato. I test possono dire se hai marijuana nel tuo sistema. E può rimanere lì fino a 30 giorni dopo averlo usato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *